Cifre nere per Lugano Airport

La direzione prende anche posizione sui voli cancellati da Swiss: “Assicurata la migliore assistenza possibile”

Per il secondo anno consecutivo, Lugano Aiport SA chiude con cifre nere. Come comunica il CdA, il conto economico dello scalo luganese chiude il 2016 con un utile d’esercizio di 610’248 franchi. “Questo risultato positivo è dovuto sia a fattori positivi in termine di crescita del fatturato derivanti dal traffico passeggeri, sia dalle misure di contenimento dei costi messe in atto negli ultimi anni” si legge nella nota.

Durante la sua ultima seduta il CdA di Lugano Airport SA ha anche preso atto della decisione di Swiss di cancellare provvisoriamente, fino alla fine di luglio 2017, l’ultimo volo di arrivo alla sera e il primo volo del mattino. Tale decisione, che aveva fatto infiurare Franco Cavalli e gli organizzatori del congresso internazionale sui linfomi maligni a Lugano, è dettata “esclusivamente da sopraggiunte e impreviste e temporanee esigenze di flotta”.

Swiss, assicura Lugano Airport SA, “sta provvedendo a fornire la migliore assistenza possibile sia attraverso l’offerta degli altri tre voli giornalieri da e per Zurigo, sia attraverso la riprotezione con mezzi alternativi e misure di assistenza ai passeggeri”.

“Unitamente al dispiacere per gli eventuali disagi che i nostri passeggeri dovessero soffrire per la minor frequenza dei voli, assicurando nel contempo la massima assistenza da parte del personale aeroportuale, prendiamo altresì atto con piacere” prosegue la nota, “che un ampio settore della popolazione ticinese, di fronte alla menzionata riduzione temporanea delle frequenze dei voli per Zurigo ha espresso disagio e preoccupazione così dimostrando inequivocabilmente quanto è importante e fondamentale per l’economia e la società ticinese il nostro scalo aeroportuale e la piena funzionalità delle connessioni aeroportuali. Siamo sicuri che tali sentimenti si faranno sentire e saranno al nostro fianco nel momento in cui sarà necessario sostenere la crescita e l’ammodernamento del nostro aeroporto”.

Lugano Airport SA conclude infine annunciando che la direzione aeroportuale consegnerà a breve all’Ufficio Federale dell’Aviazione Civile un articolato dossier per il milgioramento delle procedure di avvicinamento strumentali all’aeroporto. “Ormai da molti anni, sono in corso, con il supporto di una società svizzera di consulenza leader nella progettazione di avvicinamenti strumentali, approfonditi studi per il miglioramento delle procedure d’avvicinamento al nostro aeroporto” conclude la nota. “Confidiamo quindi che con la collaborazione dell’UFAC sarà possibile migliorare ulteriormente la stabilità e frequenza delle operazioni anche in condizioni meteo avverse”.

ticinonews.ch, 14.6.2017