Cancellazione voli Swiss, Lugano Ariport rassicura la propria clientela

La compagnia aerea di bandiera starebbe provvedendo a fornire altri tre voli giornalieri e mezzi alternativi

LUGANO – Preso atto della decisione di Swiss di cancellare, provvisoriamente e fino a fine luglio 2017, l’ultimo volo di arrivo alla sera e il primo volo del mattino, il CdA di Lugano Airport ci tiene ad alcune precisazioni per rassicurare la propria clientela: «Tale decisione è dettata esclusivamente da sopraggiunte e impreviste e temporanee esigenze di flotta – spiega in una nota -. La compagnia aerea di bandiera sta provvedendo a fornire la migliore assistenza possibile sia attraverso l’offerta degli altri tre voli giornalieri da e per Zurigo, sia attraverso la riprotezione con mezzi alternativi e misure di assistenza ai passeggeri».

Unitamente al dispiacere per gli eventuali disagi, la direzione di Lugano Airport si dice però felice del fatto che «un ampio settore della popolazione ticinese, di fronte alla menzionata riduzione temporanea delle frequenze dei voli per Zurigo, ha espresso disagio e preoccupazione così dimostrando inequivocabilmente quanto è importante e fondamentale per l’economia e la società ticinese il nostro scalo aeroportuale e la piena funzionalità delle connessioni aeroportuali»

Lugano Airport rende quindi noto che, a breve, la direzione aeroportuale consegnerà all’Ufficio Federale dell’Aviazione Civile «un articolato dossier per il sostanziale miglioramento delle procedure d’avvicinamento strumentali al nostro aeroporto. Confidiamo quindi che con la collaborazione dell’UFAC sarà possibile migliorare ulteriolmente la stabilità e frequenza delle operazioni anche in condizioni meteo avverse», prosegue le nota.

Dulcis in fundo, il suddetto CdA, nella sua seduta di ieri 13 giugno, ha deliberato in via definitiva, dopo la verifica dell’Ufficio di Revisione, i conti chiusi al 31.12.2016. Per il secondo anno consecutivo il Conto Economico chiude con un utile d’esercizio che si attesta per fine 2016 a CHF 610’248.00. «Questo risultato positivo – si legge nel comunicato – è dovuto sia a fattori positivi in termine di crescita del fatturato derivanti dal traffico passeggeri, sia dalle misure di contenimento dei costi messe in atto negli ultimi anni».

tio.ch, 14.6.2017